noverim_Modello_di_organizzazione_Gestione_e_Controllo

Modello di organizzazione, Gestione e Controllo EX D.LGS. N. 231/2001

Il D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231 («Decreto 231») ha introdotto la responsabilità ‘penale-amministrativa’ degli enti per reati commessi nell’interesse e/o a vantaggio dell’ente medesimo.

Il Decreto 231 riguarda qualsiasi impresa organizzata in forma societaria, la quale risponde per la commissione – al proprio interno – di un novero predeterminato (ma sempre più ampio) di reati («Reati Presupposto») delineato dal Decreto (tra i vari Reati Presupposto, vi sono le lesioni colpose commesse con violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro).

Le sanzioni comminate, di seguito elencate, sono estremamente pesanti e possono minare la continuità aziendale:

  • sanzioni pecuniarie (fino ad Euro 1.549.000);
  • sanzioni interdittive (ad esempio: l’interdizione dall’esercizio dell’attività; il divieto di contrattare con la pubblica amministrazione; la revoca delle garanzie dirette di MedioCredito Centrale – Legge n. 662/1996);
  • confisca (anche per equivalente);
  • pubblicazione della sentenza.

L’ente può essere esente da tale responsabilità solo se dimostra di aver adottato ed efficacemente attuato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo («Modello 231») idoneo a prevenire reati della specie di quello verificatosi, nonché di aver affidato il compito di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza di tale Modello ad un apposito organismo («Organismo di Vigilanza») dotato di poteri di iniziativa e controllo.

I Modelli 231 sono, dunque, documenti che definiscono regole e procedure di condotta disciplinanti la vita dell’ente, con contenuti minimi prefissati dal Legislatore, i quali – costituendo un modello comportamentale orientato a prevenire la commissione dei Reati Presupposto – rappresentano la buona fede dell’imprenditore e, quindi, operano a ‘discolpa’ dell’ente.

Obiettivi

Di seguito le principali finalità del Modello 231:

  • tutelare l’ente e l’investimento di soci ed azionisti;
  • aumentare il vantaggio competitivo, in quanto in alcuni settori (tra cui l’alimentare, il chimico-farmaceutico) è richiesto per collaborare con partner istituzionali;
  • aumentare le opportunità di collaborazione con la Pubblica Amministrazione;
  • migliorare l’immagine aziendale;
  • permettere l’accesso a finanziamenti e sgravi INAIL.

Ottieni tutte le informazioni che ti servono: scarica il PDF completo del prodotto.

Accedi al prodotto

Certificazione della parità di genere

Ottieni sgravi contributivi e premialità in sede di bandi pubblici.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter, riceverai solo contenuti aggiornati ed esclusivi

Scopri tutti i prodotti compliance legale

CFPro – Compliance Focus Pro
La parola «compliant» significa letteralmente «conforme».  Essere compliance oggi significa essere conformi alle regole dettate non solo dalle norme ma anche da principi di sostenibilità, etica e correttezza. Ogni azienda virtuosa che voglia presentarsi al mercato in modo ottimale, non può ignorare gli strumenti basilari della compliance.Scopri di più
Whistleblowing D.Lgs. 24/2023
Whistleblowing (segnalazione di violazione) è il termine inglese che indica l’azione da parte di un individuo - il così detto “whistleblower” (segnalatore) - di rivelare un illecito compiuto all’interno di un’impresa o di un ente del quale sia stato esso stesso testimone nell’esercizio delle proprie funzioni. Il Decreto Legislativo 24/2023 recepisce la Direttiva (UE) 2019/1937 in tema di Whistleblowing al fine di garantire maggiore protezione alle persone che segnalano violazioni.Scopri di più
Compliance and ESG Box
La parola «compliant» significa letteralmente «conforme».  Essere compliance oggi significa essere conformi alle regole dettate non solo dalle norme ma anche da principi di sostenibilità, etica e correttezza. Ogni azienda virtuosa che voglia presentarsi al mercato in modo ottimale, non può ignorare gli strumenti basilari della compliance.Scopri di più
Privacy
Il Regolamento Europeo n. 679/2016 – GDPR, stabilisce i principi e le regole in materia di protezione dei dati personali e si applica nel nostro ordinamento dal 25 maggio 2018. Introduce una serie di diritti in materia di protezione dei dati personali che possono essere esercitati dall’interessato rivolgendosi al titolare del trattamento.Scopri di più
Modello di organizzazione, Gestione e Controllo EX D.LGS. N. 231/2001
Il D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231 («Decreto 231») ha introdotto la responsabilità ‘penale-amministrativa’ degli enti per reati commessi nell’interesse e/o a vantaggio dell’ente medesimo.Scopri di più
Bilancio di Sostenibilità
Il bilancio di sostenibilità rappresenta – ad oggi – lo strumento di rendicontazione non finanziaria maggiormente adottato. Quale documento di accountability diretta permette di rappresentare, a Stakeholder e collettività, performance economiche, sociali e ambientali realizzati dall’impresa. Completezza e facilità di lettura sono caratteristiche fondamentali del bilancio di sostenibilità, il quale determina un ampliamento del campo di osservazione/rendicontazione rispetto a quello meramente finanziario.Scopri di più
Certificazione della Parità di Genere
Nell’attuale contesto socio-economico e politico si pone sempre più attenzione a temi quali, inclusione, pari opportunità e abbattimento di forme di discriminazione culturalmente radicate.Scopri di più

Chiedilo a Noverim

Vuoi ricevere maggiori informazioni dai Professionisti Noverim?